• Coltivare e fare Memoria

    Nella ricorrenza del «Giorno della Memoria» crediamo sia importante non solo ricordare fatti e avvenimenti che hanno creato una grave frattura nell’umanità intera, ma richiamare la Memoria quale elemento fondamentale

    Read more »
  • Se il clima cambia, la salute peggiora

    Le grandi manifestazioni giovanili e non solo dei FridaysForFuture hanno scuramente fatto crescere, anche in Italia,  la consapevolezza degli impatti negativi che i cambiamenti climatici hanno sulla salute umana, ma

    Read more »
  • Diritti per le persone, regole per le multinazionali – STOP all’ISDS

    Una petizione in tutta Europa e un nuovo Rapporto di denuncia per affermare che i diritti, e la democrazia valgano di più di interessi imposti dalle grandi imprese ISDS è una

    Read more »
  • 10 dicembre 1948 – 10 dicembre 2018

    10 dicembre 1948: l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite emana la  “Dichiarazione universale dei diritti umani“, una deliberazione fondamentale circa i diritti umani.
    Decisamente in contrasto, la volontà manifesta nel “Decreto Sicurezza” dove Libertà, Uguaglianza e Dignità finiscono nella repressione e nelle galere.

    Read more »
  • Missing at the borders

    «Persone non numeri» è’ questo il principio essenziale da cui nasce il progetto Missing at the borders con l’obiettivo di dare voce ed espressione al dolore delle famiglie dei migranti deceduti, scomparsi o vittime di scomparsa forzata nel raggiungere l’Europa.

    Read more »

Dimensioni Diverse” vuole essere quell’altra estensione del desiderio di libertà che si sottrae al potere dominante che impegna la vita al lavoro.
Una dimensione-tempo dove la vita, sostanza dell’essere, si coniuga alle intelligenze di altri umani che suggeriscono e sviluppano pratiche della memoria e della diversità cosciente.
Uno spazio di ricerca oltre le cose e le sfide imposte dal mercato, dove diverse dimensioni si propongono di essere parte e sostanza nell’effimero.
Un tempo altro, di comunicazione della conoscenza che alimenta pratiche di libertà e di ribellione al predominio.
Uno spazio di riflessione e della consapevolezza necessaria all’esistenza dentro la prospettiva  del “fare” e oltre ad esso, per mantenere e promuovere la dimensione dell’umano oltre sé stesso.

Ultimi articoli

«SIAMO QUI. SANATORIA SUBITO»

Sabato 4 aprile si è tenuta la prima assemblea nazionale telematica della campagna “Siamo qui – Sanatoria subito”, convocata dopo un’ampia e numerosissima adesione di realtà sociali e singole persone all’appello per la sanatoria dei migranti irregolari ai tempi del Covid-19 ( adesioni aggiornate: https://bit.ly/2x5voaQ). 67 persone hanno partecipato collegandosi alla piattaforma web, mentre la diretta video è stata ripresa

«Compriamo sottomarini e la gente muore in ospedale»

Con quella cifra (1,3 miliardi di euro) il governo potrebbe allestire subito 1300 posti letto di terapia intensiva. Così Gino Strada: “Oggi tutti a piangere, ma nessuno si chiede chi ha smantellato la sanità pubblica del nostro Paese?” “È un tabù. In Italia si può parlare di tutto, ma non di spese militari. Anche adesso, mentre negli ospedali mancano i

Agire l’attesa

E’ ormai passato un mese da quando l’emergenza virus ci ha costretti relegati nelle case in un tempo per lo più inusuale, sconosciuto a cercare le cose più diverse per animare i vuoti sui quali pesa il silenzio. Si sono scoperti spazi televisivi concessi gratuitamente, si sono messaggiati video, cartoline, si sono aperte le finestre, cercato un vicinato spesso ignorato,

La giornata mondiale dell’acqua.

Domani, 22 Marzo, è la Giornata mondiale dell’acqua e il mondo è sconvolto da una tragedia globale. 20 anni fa cominciammo a parlare di acqua e denunciarne la crisi mondiale, il suo esaurimento, l’inquinamento devastante e l’altrettanto devastante siccità per effetto dei mutamenti climatici. Abbiamo parlato di 1 persona su 3 che non ha accesso ad acqua sicura e di

RESILIENZA

Il suggerimento arriva da un articolo di Marco Bersani (Attac-Italia) “Rimaniamo a casa, ma non rimaniamo in silenzio” postato anche qui sul sito di Dimensioni Diverse che suggerisce di riflettere su una realtà “virale” che sta mettendo a nudo tutte le ipocrisie, i limiti e le ingiustizie di un sistema esclusivo basato sui rapporti concorrenziali interni al mercato globalizzato. Molti

Rimaniamo a casa, ma non rimaniamo in silenzio

E’ il momento di mettere in campo una grande solidarietà collettiva. L’epidemia di Covid 19 continua a estendersi e il sistema sanitario è a rischio collasso, con il serio pericolo che, se il contagio non si ferma, le fasce più esposte, anziani con patologie pregresse, non possano ricevere le adeguate cure. In questa fase, tutte e tutti dobbiamo assumere la

8 MARZO è tutto l’anno!

Il 5 febbraio 2020, presso la Casa delle Associazioni del Municipio 7 di piazza Stovani, è iniziata l’attività di “Uno spazio tutto per noi……” (Vedi: Allegato in diverse lingue), rivolta a tutte le donne della zona, ogni mercoledì dalle ore 9 alle 11. L’iniziativa è organizzata dal gruppo “DONNE PER I DIRITTI“, composto da: ADMI (Associazione Donne Musulmane d’Italia): Amina

NO2, NO GRAZIE!

Anche quest’anno Dimensioni Diverse aderisce alla campagna lanciata da Cittadini per l’aria per monitorare la qualità dell’aria della nostra città, posizionando due campionatori nel quartiere di Baggio. I campionatori registreranno la concentrazione di Biossido di Azoto (NO2), sostanza nociva per l’organismo umano, soprattutto dei più piccoli, la cui presenza nell’aria che respiriamo è associata anche a quella di altri pericolosi inquinanti dell’aria come PM10,

Lo sguardo vivo sulle miserie.

La guerra è la più grande bestialità che l’uomo abbia mai saputo inventare. Gli imperi coloniali dell’economia e della finanza non hanno alcuno scrupolo a devastare ambienti e massacrare vite umane. Osservare le guerre che persistono, con pietà o commiserazione per le stragi perpetrate e le miserie generate, o imprecare con odio verso i dittatori e gli invasori, non serve

L’Italia dica no al nuovo TTIP

Il Governo italiano e l’Europa non devono svendere la sicurezza del nostro cibo sotto il ricatto dei dazi di Trump! Per Washington l’approccio vigente in Europa non è accettabile, e la nuova Commissione Von der Leyen deve abbandonare il “Principio di precauzione” per basarsi su “una solida scienza”. Per dare un’idea di quanto questa “scienza” sia solida negli USA, basti