• Coltivare e fare Memoria

    Nella ricorrenza del «Giorno della Memoria» crediamo sia importante non solo ricordare fatti e avvenimenti che hanno creato una grave frattura nell’umanità intera, ma richiamare la Memoria quale elemento fondamentale

    Read more »
  • Se il clima cambia, la salute peggiora

    Le grandi manifestazioni giovanili e non solo dei FridaysForFuture hanno scuramente fatto crescere, anche in Italia,  la consapevolezza degli impatti negativi che i cambiamenti climatici hanno sulla salute umana, ma

    Read more »
  • Diritti per le persone, regole per le multinazionali – STOP all’ISDS

    Una petizione in tutta Europa e un nuovo Rapporto di denuncia per affermare che i diritti, e la democrazia valgano di più di interessi imposti dalle grandi imprese ISDS è una

    Read more »
  • 10 dicembre 1948 – 10 dicembre 2018

    10 dicembre 1948: l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite emana la  “Dichiarazione universale dei diritti umani“, una deliberazione fondamentale circa i diritti umani.
    Decisamente in contrasto, la volontà manifesta nel “Decreto Sicurezza” dove Libertà, Uguaglianza e Dignità finiscono nella repressione e nelle galere.

    Read more »
  • Missing at the borders

    «Persone non numeri» è’ questo il principio essenziale da cui nasce il progetto Missing at the borders con l’obiettivo di dare voce ed espressione al dolore delle famiglie dei migranti deceduti, scomparsi o vittime di scomparsa forzata nel raggiungere l’Europa.

    Read more »

Dimensioni Diverse” vuole essere quell’altra estensione del desiderio di libertà che si sottrae al potere dominante che impegna la vita al lavoro.
Una dimensione-tempo dove la vita, sostanza dell’essere, si coniuga alle intelligenze di altri umani che suggeriscono e sviluppano pratiche della memoria e della diversità cosciente.
Uno spazio di ricerca oltre le cose e le sfide imposte dal mercato, dove diverse dimensioni si propongono di essere parte e sostanza nell’effimero.
Un tempo altro, di comunicazione della conoscenza che alimenta pratiche di libertà e di ribellione al predominio.
Uno spazio di riflessione e della consapevolezza necessaria all’esistenza dentro la prospettiva  del “fare” e oltre ad esso, per mantenere e promuovere la dimensione dell’umano oltre sé stesso.

Ultimi articoli

NO2, NO GRAZIE!

Anche quest’anno Dimensioni Diverse aderisce alla campagna lanciata da Cittadini per l’aria per monitorare la qualità dell’aria della nostra città, posizionando due campionatori nel quartiere di Baggio. I campionatori registreranno la concentrazione di Biossido di Azoto (NO2), sostanza nociva per l’organismo umano, soprattutto dei più piccoli, la cui presenza nell’aria che respiriamo è associata anche a quella di altri pericolosi inquinanti dell’aria come PM10,

Lo sguardo vivo sulle miserie.

La guerra è la più grande bestialità che l’uomo abbia mai saputo inventare. Gli imperi coloniali dell’economia e della finanza non hanno alcuno scrupolo a devastare ambienti e massacrare vite umane. Osservare le guerre che persistono, con pietà o commiserazione per le stragi perpetrate e le miserie generate, o imprecare con odio verso i dittatori e gli invasori, non serve

L’Italia dica no al nuovo TTIP

Il Governo italiano e l’Europa non devono svendere la sicurezza del nostro cibo sotto il ricatto dei dazi di Trump! Per Washington l’approccio vigente in Europa non è accettabile, e la nuova Commissione Von der Leyen deve abbandonare il “Principio di precauzione” per basarsi su “una solida scienza”. Per dare un’idea di quanto questa “scienza” sia solida negli USA, basti

Una politica in due mosse

Abrogare subito i «Decreti Sicurezza» senza SE e senza MA! Gli effetti devastanti che hanno prodotto e producono i cosiddetti “Decreti Sicurezza” in termini di ghettizzazione, sfruttamento e povertà, oltre al connaturato e pesante carattere repressivo, sono così evidenti che il Governo ed i partiti che ne fanno parte, sembrano non accorgersene rimanendo insensibili nell’indifferenza. Il pesante peggioramento del sistema

Nella Memoria … la terza via

Ancora un’emozione, una grande emozione! Dopo la visione del film “Vento di Primavera”, negli sguardi e sui volti delle numerose persone presenti si leggeva il disgusto delle enormi barbarie compiute nei giorni dell’Olocausto. Un “vuoto” di parole, un dramma della storia: la perdita della ragione umana. Le emozioni sono alla base dei sentimenti umani, tuttavia spesso tradiscono la razionalità e

Coltivare e fare Memoria

Nella ricorrenza del «Giorno della Memoria» crediamo sia importante non solo ricordare fatti e avvenimenti che hanno creato una grave frattura nell’umanità intera, ma richiamare la Memoria quale elemento fondamentale dell’esperienza di vita personale e politica. I ricordi, come i molti avvenimenti più o meno drammatici che attraversano l’agire umano, sono portatori di emozioni che non sempre diventano parte della

Cosa rappresenta il World Economic Forum?

Una grande vetrina che abbaglia fuori la propria miseria! A Davos, località sciistica della Svizzera, dal 21 al 24 gennaio si sta svolgendo il World Economic Forum. Una assise internazionale che da 50 anni vede radunati i grandi big dell’economia e della finanza mondiale per discutere e sviluppare le loro strategie dei grandi affari e profitti. Puntuale come un ammonimento,

La sicurezza dell’esclusione

Il Rapporto realizzato da Action Aid e Openpolis sui Centri di Accoglienza in Italia 2019 mette in evidenza le prevedibili conseguenze che la legge sicurezza immigrazione sta producendo sul sistema di accoglienza nel nostro paese. C’è un aumento consistente del numero di cittadini stranieri irregolari a seguito dello smantellamento oltre che del sistema d’accoglienza anche delle tutele dei richiedenti asilo.

Le guerre non si devono fare!

Il rifiuto della guerra non nasce dall’indolenza o dalla paura ma solo dalla consapevolezza. La guerra è un male assoluto e va ‘ripudiata’, come recita la nostra Costituzione all’Articolo 11. La manifestazione di ieri a Milano in Piazza Duca d’Aosta “Contro la guerra e il terrorismo di stato”, oltre alle altre diffuse manifestazioni in Italia e nel mondo, richiamano l’attenzione

Festeggiare l’ultimo –

Ridare speranza al principio Un anno se ne è andato, un altro è iniziato, la normalità del tempo non si ferma mai e nel tempo è la vita a rigenerarsi. Molte sono le diversità che della vita si nutrono, vivono modalità proprie con intensità possibili. Sono molti a voler dire una parola augurale, ad azzardare un nuovo proposito ma non