8 MARZO è tutto l’anno!

Il 5 febbraio 2020, presso la Casa delle Associazioni del Municipio 7 di piazza Stovani, è iniziata l’attività di “Uno spazio tutto per noi……” (Vedi: Allegato in diverse lingue), rivolta a tutte le donne della zona, ogni mercoledì dalle ore 9 alle 11.

L’iniziativa è organizzata dal gruppo “DONNE PER I DIRITTI“, composto da:

  • ADMI (Associazione Donne Musulmane d’Italia): Amina Salah e EL KHALILI Soumya;
  • Associazione Speranze Scouts Italy Musulmani: Mariam Frezzini;
  • Associazione “Dimensioni Diverse “Spazio Donna”: Rosanna Meazza;
  • Simona Sforza, attivista per i “Diritti delle donne”.

L’iniziativa è scaturita dall’analisi dei bisogni delle donne della zona, anche per dare spazio alla molteplicità di storie, culture ed esperienze di ciascuna.

Alle donne che fino ad ora hanno partecipato (alcune con al seguito il proprio figlio, figlia, nel passeggino o carrozzina) abbiamo fornito le seguenti risposte alle loro richieste:

  • opportunità di lavoro da svolgere nella propria abitazione;
  • un corso di disegno per bambini;
  • un corso di lingua italiana per il proprio figlio perché possa essere facilitato nell’accedere alla scuola pubblica dell’obbligo;
  • informazioni per l’iscrizione alla Scuola d’Infanzia, Nidi, che Simona supporta, eseguendo le procedure online direttamente via wi five con il proprio computer. In caso di necessità la Biblioteca ci permette di fare qualche fotocopia relativa a documenti da allegare;
  • iscrizione alla Biblioteca;
  • partecipazione a corsi per imparare l’uso del computer.

Ci teniamo a precisare che tutte le attività svolte, tutelano la privacy e la riservatezza dei dati personali.

Difficoltà rilevate:

  • La burocratizzazione e la digitalizzazione delle procedure amministrative creano non pochi problemi alla popolazione, soprattutto per coloro che non sono di madrelingua italiana.
    Diventa difficile comprendere regole e procedure che spesso cambiano da un anno all’altro e che sono scritte spesso in un italiano “burocratese” e poco comprensibile.
    Andrebbero diffusi strumenti alternativi, in parallelo alle procedure informatiche.
  • Abbiamo altresì rilevato che spesso le pratiche amministrative, seppur gestite attraverso strumenti informatici, necessitano di mesi prima di essere perfezionate (vedi cambi di residenza), con impatti anche per quanto riguarda altre procedure es.: iscrizioni scolastiche.
  • Quindi occorre un allineamento e un perfezionamento del sistema, alfine di ridurre al minimo i disagi alla popolazione. Sarebbe opportuno trovare anche soluzioni che coinvolgano le segreterie didattiche delle scuole.
  • Occorre trovare formule di supporto gratuito per le pratiche amministrative, senza far ricadere sulla popolazione i costi e la fatica dell’espletamento delle stesse.
  • Le donne non possono lasciare passeggini all’entrata dell’anagrafe: se non sono aiutate, faticano a salire da sole per accedere al primo piano alla Casa delle Associazioni.
  • Abbiamo spiegato loro che, prima di accedere dalla piazza Stovani, devono suonare all’esterno il pulsante “PRIMO PIANO” a cui noi rispondiamo e le aiutiamo a salire con i passeggini.
    Questo è un problema che riguarda tutte le attività che sono svolte presso questo spazio, una vera e propria barriera architettonica che dovrebbe essere risolta per agevolare e garantire l’accesso a tutti.

L’attività di “Uno spazio tutto per noi” si svolge presso la Casa delle Associazioni e del Volontariato – P.za Stovani 3 – ogni mercoledì dalle ore 9 alle ore 11 nella sala grande al 1° Piano.

Ogni volta sul tavolo, predisponiamo materiale e volantini informativi riguardanti servizi o presidi territoriali che possono essere utili alle donne.

Per intrattenere i figli piccoli, mettiamo a disposizione fogli di carta e matite colorate ed uno sguardo attento da parte di tutte le donne presenti.