Il 25 aprile di Liberazione e Resistenza

Partecipare alla celebrazione della ricorrenza del 25 aprile è il giusto riconoscimento della lotta che ha liberato l’Italia e gli italiani dalla guerra e dal regime fascista.

Testimoniare la presenza alla manifestazione è sempre un dovere di giustizia per le diverse lotte che, ancora oggi, testimoniano la necessità di liberare l’Italia e gli italiani dalle ingiustizie generate dal capitalismo e dalle politiche liberiste concorrenziali di mercato.

Vedi foto:

Il 25 aprile richiama la presenza e la forza della Memoria nelle diverse circostanze della vita, dove indigenza, emarginazione e precarietà, ed una politica di governo marginale, alimentano violenza e razzismo.

Oggi in particolare, ci sentiamo impegnati a sostenere la lotta dei giovani per la sicurezza climatica e per la difesa della Terra Madre.

Ancora oggi siamo presenti nella lotta contro i Trattati Commerciali (TTIP – CETA – …) che “liberano” i mercati europei e quello italiano dalla sicurezza alimentare, imponendo regole che vincolano alla sottomissione del Mercato, Stati e Comuni.

Ancora oggi e domani, siamo contro tutte le guerre che sono totalitarie, di sfruttamento e di regime. Per questo alla celebrazione del 25 aprile diciamo, forte e chiaro, il nostro NO alla NATO. (Vedi le nostre ragioni)

VEDI: http://I 70 ANNI DELLA NATO – Dichiarazione

RIDIAMO VITA ALLA RESISTENZA
Lotta globale per i diritti

PS:
La sera del 24 aprile, come è tradizione a Baggio, si è voluto fare Memoria e festa della Liberazione con una particolare evidenza alla forza delle donne durante la Resistenza.
La sera stessa a Baggio in via Due Giugno, con grande spregio e modalità tipicamente fascista, è stata sfregiata la ceramica dedicata alla memoria della Partigiana Gianna.

Pochi giorni prima, a Vighignolo, era stata bruciata una statua in legno appena posata in memoria delle Donne Partigiane.

La Liberazione non è un optional!
ORA E SEMPRE RESISTENZA