Il debito bugiardo della politica

Debito-pubblico-2Forse è solo una questione di onestà intellettuale, o forse è indice di incompetenza politica circa la natura e la funzione del debito che grava sui conti dello Stato italiano: oltre 2250 miliardi di euro.

La realtà è che, nella propaganda elettorale, la questione del debito italiano non viene affrontata con la dovuta attenzione, eppure il debito pesa come un macigno sulla “miseria” della popolazione: in 20 anni l’Italia ha pagato 1700 miliardi di interessi sul debito.

I politici non la raccontano giusta quando promettono a vanvera.
Fare i conti senza l’oste!
Piuttosto che raccontare favole è meglio tacere.
Però anche il silenzio è parte della favola che non racconta la realtà vera.

Di per sé il debito può avere effetti positivi se finalizzato alla produzione, all’occupazione, ai servizi, …, ma quando il debito serve ad arricchire gli speculatori privati che godono dei benefici degli interessi, il danno per la comunità diventa sempre più gravoso e soprattutto lo Stato Italiano, la sua politica di governo risulta sempre più subalterna ai creditori.

Il tema della finanza e del debito in particolare può apparire molto complesso, sicuramente non possiamo ignorarlo proprio per il peso che ha sulle nostre condizioni di vita, ma anche per evitare di cadere nelle trappole delle favole (anche se ben raccontate) dei mestieranti della politica.

Proponiamo l’ascolto di una intervista a Marco Bersani di Attac Italia che spiega in termini semplici e lineari  “Perché non ti fanno ripagare il debito”

http://www.byoblu.com/post/2018/01/14/perche-non-ti-fanno-ripagare-debito-marco-bersani.aspx