In tutto il mondo le lavoratrici hanno gli stessi 5 problemi

Daonna-lavoro

Daonna-lavoroSono cinque le sfide che accomunano quotidianamente le lavoratrici di tutto il mondo. A svelarle, un rapporto della Thomson Reuters Foundation. Che analizza le maggiori preoccupazioni della forza lavoro femminile nelle 20 principali economie mondiali.

  1. Conciliazione vita privata-lavoro
    È la sfida più temuta dalle donne. Ben il 44% delle 9.500 intervistate, infatti, ha dichiarato di trovare difficoltà nel gestire l’impiego e la famiglia. Specialmente le russe, le indiane, le coreane e le cinesi.
  2. Parità salariale
    il 28% ha dichiarato che, per la stessa mansione, le donne sono sottopagate rispetto agli uomini. Il cruccio maggiore per le americane (58%).
  3. Molestie
    Quasi un terzo del campione ha dichiarato di aver subito molestie sul luogo di lavoro. Ma la maggior parte se ne sta in silenzio. In particolare, russe, coreane, brasiliane, giapponesi e indonesiane. Le più coraggiose, invece, sembrano essere indiane, americane e canadesi.
  4. Opportunità di carriera
    Quasi la metà delle intervistate ha dichiarato che nei loro paesi gli uomini hanno maggiori possibilità di fare carriera. E, a sorpresa, sono le francesi a lamentarsene di più (55%) rispetto alle turche (20%). Che, nonostante le statistiche a loro sfavore, considerano questo aspetto il male minore del sessismo.
  5. Figli e crescita professionale
    Solo il 23% pensa che un figlio bloccherebbe la loro carriera. Le più ottimiste in Brasile, Sudafrica, Turchia e India. Le più preoccupate, invece, in occidente (Germania, Gran Bretagna, Francia).

Annalisa Lista – 03.02.2016
http://www.west-info.eu/it