Si fa per dire: auguri!

Partiamo da loro, da quelli che sono ancora lungo le strade o nei “lager” schiacciati dalla miseria e dalla viltà di chi l’ha generata.

Partiamo dalle strade precluse alla libertà dai recinti che impediscono il cammino, dalla “sicurezza” che ingabbia le lotte per i diritti.

Partiamo dalla maleodorante politica e dalla sua economia che lascia per strada le precarietà e le condanna all’esilio per volere della “sicurezza”.

Partiamo dai Movimenti che rivendicano libertà e giustizia: dalle lotte di liberazione contro le guerre e gli imperi, dalla lotta delle donne di “Non una di Meno“, dai giovani di “ Fridays for future Italia” che difendono il futuro della Terra, dalle lotte contadine per la sovranità alimentare, … 

Partiamo dal Movimento delle “sardine“, ultimo nato, che vuole riconquistare le piazze e il diritto di parola.

Partiamo da tutte quelle altre lotte che in Italia e nel Mondo resistono e rivendicano diritti e Giustizia.

Noi vogliamo essere con tutti loro, parte riconosciuta, senza alibi alcuno, di una storia che ancora lotta per una Memoria del presente.

Partiamo da uno spazio-tempo ritrovato, precluso dalle “cose” che appesantiscono la vita e annebbiano le menti.

Partiamo …

Il nostro augurio ha inizio dallo slogan che ci siamo dati: “diversi per essere liberi – uniti per essere forti“.

La diversità!

«La diversità è sostanza resistente alla normalità, essenza e forma del sapere.
La diversità non è una forma statica, un semplice elemento caratteriale, idea di sé.
La diversità è sostanza dell’essere che si sviluppa, si qualifica e si caratterizza nella relazione con l’altro diverso, con il quale si scambia, condivide e sviluppa l’idea dell’essere complesso.
La diversità si rende partecipe nella pratica conflittuale che, sola cambia e migliora la condizione di uno spazio necessario di libertà e di giustizia.
La diversità è la magia che può rivoluzionare l’esistenza, quando si manifesta libera e indipendente nella realtà sociale in un rapporto solidale con le altre diversità».

——————–

Il 15 dicembre la Scuola di Italiano per migranti di Dimensioni Diverse ha organizzato una festa augurale.  Vedi foto

al contempo vuole estendere gli auguri a tutte e a tutti.  Vedi: Buone feste