Testimonianze al presente

Zona-8-solidale

Zona-8-solidaleIeri, 1 novembre, davanti alla Caserma Montello, il Comitato “Zona 8 solidale” ha saputo rendere universale la solidarietà testimoniata da migliaia di presenti.

E non è solo una questione di numeri delle persone e delle realtà associative che hanno reso visibile e trasparente un sentimento che piccole proprietà arroganti vorrebbero rinnegare il diritto umano ad essere accogliente e solidale.

C’è un sentimento disumano, ostile, razzista che si diffonde attorno a noi, che si manifesta con sempre più violenza, che si rifiuta di vedere le miserie generate dalle guerre, dalle rapine, dalle violazioni dei diritti universali.

La forza della fratellanza espressa in quanto bene comune, tra alleanze sempre più determinate, deve trovare sempre maggiore coerenza e visibilità, capace di seppellire le arroganze barbariche della xenofobia di coloro che pensano e credono solo nel loro dio esclusivo.

Vedi foto:

Per questo siamo solidali anche con il seguente comunicato della Rete 7

—-====oOo====—-

Ancora vicende sconcertanti del Municipio 7

FATTO N. 1

Solidarietà e una preghiera per i Frati dell’Opera di San Francesco

Da molti anni i Frati Capuccini di P.za Velasquez svolgono attività di aiuto concreto ai bisogni primari delle persone, senza distinzione di provenienza o di religione.

Tra i diversi servizi: docce, ambulatorio medico, … c’è la mensa che ogni giorno garantisce oltre 150 pasti per italiani e stranieri.

A fronte di una domanda sempre più pressante, i Frati hanno chiesto la possibilità di fare dei lavori interni per ampliare gli spazi adibiti alla mensa.

Una richiesta è stata avanzata al Municipio 7 che ne ha la competenza.

Una richiesta doverosa che si inquadra nell’obiettivo primario dell’Opera San Francesco quella di dare dignità alla persona.

Tutto bene! La Commissione approva, il Consiglio del Municipio 7 approva all’unanimità, ma la Lega presenta un documento nel quale sostanzialmente si dice favorevole, tuttavia a condizione che i Frati non aumentino il numero dei pasti.

La mozione è stata approvata dalla maggioranza: Lega e Forza Italia.

Ora, è vero che da qualche tempo sui banchi del Municipio 7 gira un bel gatto nero che riceve le carezze dei Consiglieri (http://www.ilgiorno.it/milano/cronaca/gatto-municipio-1.2626646), ma poi basta!

Anche l’intelligenza è parte della dignità umana.

————————-

FATTO N. 2

Integrazione  SI,  NO!

Negli anni scorsi il Consiglio di Zona 7 aveva stabilito una maggiore erogazione di fondi (+ 17%) a favore delle scuole con un numero sensibile di utenti stranieri per facilitare l’integrazione dei figli degli immigrati attraverso l’insegnamento della lingua italiana.

Così la  “Legge   Regionale  n.  31/1980 “Diritto  allo  Studio” si propone di intervenire per appianare lo svantaggio sociale di portatori di handicap e minoranze etniche, di ridurre il fenomeno dell’evasione dell’obbligo scolastico”.

 

Il Municipio 7, potremmo dire con una “ardita” scelta discriminatoria, ha deliberato (atto 26/2016) la sospensione di quella percentuale, ritenuta un “privilegio“, a sostegno di minori in difficoltà scolastica.

Sono gravi segnali di persistenti pratiche di esclusione che dimostrano e attestano la miopia politica da parte dei nuovi amministratori del Municipio 7.

Lo ripetiamo: una Giunta di governo di un territorio deve muoversi avendo come obiettivo il bene comune di tutti i cittadini e non solo di una parte!

Non possiamo rimanere indifferenti a questa deriva discriminante e autoritaria!

Rete 7